Per contatti chiami il:   +39.0736/85.63.27

CEA – Centro Educazione Ambientale

Centro Educazione Ambientale a Foce di Montemonaco sui Monti Sibillini - Copia

Alla sempre crescente domanda di natura da parte del mondo della  scuola, il “CEA Sibilla” di Montemonaco e il Rifugio Taverna della Montagna nel cuore del Parco Nazionale dei Monti Sibillini, rispondono offrendo programmi per attività didattiche e soggiorni che contribuiscono ad accrescere la sensibilità e ad aumentare la conoscenza nei confronti dell’ambiente naturale e coinvolgono attivamente gli studenti delle scuole di diverso ordine e grado.

Proposti e curati dalle Guide del Parco dei Monti Sibillini, i programmi educativi prevedono il compimento di percorsi che accompagnino alla scoperta del territorio in modo da favorire un corretto approccio alla lettura e all’interpretazione del patrimonio naturale, della storia e della cultura del Parco Nazionale dei Monti Sibillini.

Lo scopo è di agevolare l’emergere del senso di appartenenza e di responsabilità nei confronti della natura, di promuovere atteggiamenti  più responsabili nei confronti delle risorse, e di integrare la componente ambientale nei comportamenti quotidiani. In questo contesto si propongono alle scuole, i nostri progetti di educazione ambientale modulabili in base all’ordine e grado della scuola interessata.


SPAZI E STRUMENTI

Nelle nostre attività, sempre a carattere ludico, diamo molta importanza all’esplorazione della realtà mediante esperienze dirette, azioni concrete del fare in movimento, scegliamo quindi una didattica attiva che vede nei luoghi una fonte di informazione e di stimolo.
A questo proposito oltre all’insuperabile vocazione dell’ambiente naturale in cui operiamo,  sono a disposizione:

Nuovo Museo della Sibilla: Realizzato all’interno dei locali del CEA, fa parte del Sistema Museo Territoriale del Parco dei Monti Sibillini e rappresenta uno strumento operativo per potenziare e ottimizzare le attività didattico-educative. Il mito della Sibilla rappresenta un messaggio evocativo di particolare forza legato alla cultura e alla storia di questi luoghi e pertanto costituisce un patrimonio dalle potenzialità educative preziosissime.

Orto Botanico: Qui nascono, crescono e si possono osservare numerose piante vascolari di grande significato biogeografico, in particolare quelle a rischio di estinzione. Vi vengono coltivate piante officinali, specie rare e minacciate.

Sentieri Natura: Attraversano i principali ambienti di montagna, permettendo al visitatore di collegare le piante al loro habitat e di capire i problemi di adattamento e di sopravvivenza cui esse sono sottoposte nel rigido clima dei Sibillini.

Castagneto: Appartiene alla tradizione economica e culturale dei Sibillini, una giornata nel bosco e la raccolta delle castagne rappresentano  uno strumento privilegiato per maturare una corretta comprensione dei fenomeni naturali e sociali della montagna.

I NOSTRI PROGRAMMI DI EDUCAZIONE AMBIENTALE

“Biodiversità negli ecosistemi: la naturalità”

Obiettivo: Riconoscere ed apprezzare la naturalità degli ambienti, tramite la ricchezza di biodiversità.

Argomenti da sviluppare:

  • Definizioni di naturalità e biodiversità;
  • Mappatura e classificazione delle specie vegetali;
  • Bosco e prato; Siepe e campo coltivato: diversità e stabilità;
  • Vegetazione potenziale e tendenze dinamiche della vegetazione;
  • Gli organismi utili: Indagini al microscopio, esperienze di macrofotografia, allestimento di scatole entomologiche, erbari, ecc.

Luoghi e tempi di lavoro: Sentiero Natura, Orto botanico; pacchetto da mezza o una giornata.


LE MAGIE DEL LAGO DI PILATO

Obiettivo: Leggere ed interpretare l’ambiente naturale di un’area protetta in tutti i suoi aspetti naturalistici e storico-culturali.

Argomenti da sviluppare:

  • L’escursione come attività fisica e attività di aggregazione
  • Geologia e geomorfologia di un lago glaciale, il carsismo
  • Le leggende del lago di Pilato
  • Flora e fauna di alta quota
  • I piani e le fasce altitudinali

Luoghi e tempi di lavoro: Escursione al lago di Pilato; pacchetto di due giorni.


QUANDO LO SCARTO NON E’ DA GETTARE: DA RIFIUTO A RISORSA

Obiettivo: Sensibilizzare gli alunni al problema dello smaltimento dei rifiuti e della raccolta differenziata. Educare al consumo di prodotti a basso contenuto di materia non compostabile (non biodegradabile). Educare a ridurre, riusare, riciclare, recuperare.

Argomenti da sviluppare:

  • Il ciclo di vita dei materiali: carta, vetro, plastica, alluminio, ecc.;
  • modalità di smaltimento e conferimento;
  • Individuazione dei rifiuti compostabili e descrizione delle tecniche di compostaggio;
  • Produzione ed utilizzazione del compost come concime organico.

Luoghi e tempi di lavoro: Giardino botanico del C.E.A.; pacchetto di mezza o una giornata.


IL CICLO BIOLOGICO DEL CASTAGNO

Obiettivo: Approfondire il tema dell’uso sostenibile delle risorse naturali. Sollecitare la manualità degli alunni.

Argomenti da sviluppare:

  • Biologia ed ecologia del castagno;
  • Il castagno nella tradizione economica e culturale locale, gestione sostenibile del bosco;
  • Giornate nel bosco per la raccolta delle castagne, la cura del castagneto;
  • Visite ad aziende multifunzionali per la produzione di dolci.

Luoghi e tempi di lavoro: Castagneto ad ottobre; pacchetto di una o due giornate.

L’ACQUA: UN BENE PREZIOSO

Obiettivo: Comprendere i concetti principali dell’ecologia, della biologia dell’ambiente acquatico.
Sensibilizzare sull’importanza di comportamenti adeguati nei confronti della risorsa idrica

Argomenti da sviluppare:

  • Cos’è l’acqua? Dove si trova? Chi vi abita?
  • scoperta dell’habitat naturale e della vita animale e vegetale legate al fiume;
  • Schede di rilevamento delle popolazioni acquatiche. Materiali per la raccolta di macro-invertebrati;
  • Il ciclo biogeochimico dell’acqua: bilancio idrico complessivo della Terra;
  • L’uso dell’acqua: l’energia dei fiumi, l’irrigazione, l’industria. L’inquinamento delle acque.

Luoghi e tempi di lavoro: Sentiero lungo il fiume Aso – Sorgente-Valle della Gradosa; pacchetto di mezza o una giornata.

 

INCONTRO CON LA SIBILLA

Obiettivo: Riappropriazione del territorio attraverso la storia, la cultura, le tradizioni e i miti. Il “Percorso della Sibilla”, una sorta di viaggio dentro mito e leggenda per conoscere, capire e riappropriarsi delle tradizioni.

Argomenti da sviluppare:

  • Chi è la Sibilla?
  • I luoghi e i tempi della Sibilla;
  • Laboratorio storico/culturale, atto a coniugare ambiente, cultura e tradizioni sibilline, ma anche un laboratorio sperimentale di eco-alfabetizzazione al linguaggio della natura dei Sibillini:
  • La grotta della Sibilla;
  • Le leggende dei Sibillini: il Guerrin Meschino.

Luoghi e tempi di lavoro: Museo della Sibilla – sentiero della Sibilla – Escursione alla Grotta della Sibilla. Pacchetto di uno o due giorni.

 

LA “LETTURA DEL PAESAGGIO”

Obiettivo: Comprendere il paesaggio, cos’è, come vi interagiamo; conoscere il territorio da vari punti di vista.

Argomenti da sviluppare:

  • Paesaggio geologico, paesaggio geomorfologico, paesaggio  vegetazionale, paesaggio antropico, paesaggio uditivo e olfattivo, paesaggio emotivo;
  • Il binocolo e la lente di ingrandimento;
  • Schede e manuali per il riconoscimento di specie arboree ed erbacee;
  • Manuale per il riconoscimento degli uccelli e degli insetti.

Luoghi e tempi di lavoro: Sentiero didattico; pacchetto di una giornata.


COSTI DELLE NOSTRE SOLUZIONI

Pacchetto di Mezza Giornata

Arrivo previsto presso il Rifugio Taverna della Montagna ore 9,00, mini-escursione guidata con attività lungo il sentiero, colazione al sacco, visita al Centro e al Museo della Sibilla, rientro per le ore 13,00.

Costi: € 4,50 ad alunno.

Pacchetto di 1 Giornata

Arrivo previsto ore 9,00, escursione guidata con attività lungo il sentiero, pranzo al sacco, visita al Centro e al Museo della Sibilla, rientro per le ore 17,00.

Costi: € 8,00 ad alunno; € 13,00 con pranzo al sacco.


Pacchetto di 2 Giorni

Primo giorno

Arrivo presso il Rifugio Taverna della Montagna, cambio abbigliamento e  partenza per escursione guidata, pranzo al sacco e  rientro verso le ore 16.00 direttamente in struttura. Sistemazione nelle camere e breve relax. Cena e serata sotto le stelle tra leggende, mappe del cielo e telescopio.

Secondo giorno

Colazione, visita al centro storico di Montemonaco e al Museo della Sibilla, pranzo al Rifugio, mini-escursione al sentiero natura con rielaborazione e condivisione delle esperienze acquisite, partenza prevista per le ore 17.00.

Costi: € 75,00 ad alunno comprensivo di guida alpina.


NOTE:Le attività che proponiamo, modulabili in base all’ordine e al grado della scuola  sono strutturate per integrare il lavoro dei docenti nelle attività curricolari e possono subire variazioni secondo le condizioni meteo, la disponibilità e le esigenze delle scolaresche interessate, da concordare telefonicamente.

Condividi!